Unruly Passengers

An IATA survey found that between 2007 and 2017, approximately 66000 episodes were reported on board aircraft as a result of sexual violence, assaults, threats and intimidation. These episodes were perpetrated by passengers against other passengers or crew members. On 19 August 2018, a 24-year-old American passenger traveling from Chicago to Tokyo urinated on another passenger. 


Very rarely these are people who are suffering from mental disorders. They are normal people, such as we would we meet every day, who behave unacceptably on the plane. There are numerous cases in which the aircraft commander had to order coercive measures. Passengers tied up like salami, handcuffed, gagged until landing and delivered to the authorities, often at airports along the route instead of the planned destination. These passengers are now labeled in the aviation world as unruly and disruptive. They are more than rude bullies.

Those who choose to fly want to reach their destination safely and comfortably. They do not set out to experience uncomfortable, unexpected and dangerous situations in small and unfamiliar spaces or to be stranded in an unscheduled airport that has nothing to do with their travel plans.

More depth…

Passeggeri Turbolenti

Tra il 2007 e il 2017 a bordo degli aerei si sono verificati 66.000 episodi dovuti a violenze sessuali, aggressioni, minacce da parte di passeggeri turbolenti. Più di una volta i passeggeri hanno urinato addosso ad altri passeggeri, si sono masturbati in pubblico o hanno aggredito verbalmente e fisicamente altri passeggeri. Non è gente malata, ma persone che in aereo assumono comportamenti inaccettabili e ormai etichettati nel mondo come unruly e disruptive. Gente prepotente, sregolata, maleducata. In aereo viaggiano persone di diversa religione, lingua, idee politiche, desideri sessuali, colore della pelle. Persone che si trovano vicine, ma perfettamente sconosciute l’una all’altra.

La sicurezza a bordo degli aerei

La sicurezza a bordo di un aereo è qualcosa che si dà e che al contempo si riceve, un bene comune, condiviso e non può essere inficiata da comportamenti irragionevoli che rendono il viaggio un incubo o impediscono di salvarsi perché uno o più passeggeri non seguono le regole durante l’evacuazione di un aereo in fiamme. Dirigersi su un aeroporto non programmato crea molti danni e le compagnie aeree hanno reagito addestrando gli equipaggi e perseguendo legalmente i passeggeri.

I passeggeri sono rimasti indietro

Tuttavia, chi è rimasto indietro sono stati i clienti, i passeggeri, molto spesso ignari dei loro diritti di cliente e dei doveri di passeggero. Quando ci si trova a dover condividere il bracciolo di una poltrona a diecimila metri di altezza con un vicino che non ha mai sentito parlare di educazione civica, le reazioni non sono sempre adeguate al contesto e si rischiano anni di prigione e pesanti multe.

Quattro gradi di conflitto dei passeggeri turbolenti

Il libro prende in esame diversi casi accaduti e ne analizza gli aspetti legali, psicologici, approfondendo i quattro diversi gradi di conflitto, le strategie dei comandanti. Particolare attenzione è posta alla differente normativa esistente tra Paesi e che porta all’applicazione di sanzioni anche molto severe. Il passeggero dovrebbe tenerne conto quando sceglie la compagnia aerea con la quale volare.

https://formiche.net/2019/01/sicurezza-volo-filippo-capuano/

Per saperne di più